Fermo

Cimitero di Amandola – Fermo – Italia

Il cimitero di Amandola, un paesino nella provincia di Fermo, è una piccola oasi di pace circondato e protetto suggestivamente dai Monti Sibillini, teatro questi ultimi di numerose leggende legate all’occulto. Risalente intorno al 1800, questa piccola perla monumentale racchiude diversi stili architettonici: semplici, lineari, ma anche ricercati. Negli anni sono stati realizzati lavori di ampliamento e le costruzioni nuove sono site vicino all’entrata principale, ma è la parte vecchia che affascina e trascina. Disposta a terrazze e arroccata ai piedi di una collina. Ai lati e fuori dalle cappelle monumentali, sono rimaste diverse sepolture a terra, sormontate da croci e sculture ormai corrose dal tempo. Le navate laterali accanto all’ossario presentano particolari in ferro battuto, travertino e semplicemente terra

 

Stefania Fabbrizi on Twitter
Stefania Fabbrizi
Stefania è nata a Marino, in provincia di Roma, nel 1974. Dopo gli studi e il diploma in Operatrice Turistica si affaccia nel mondo del lavoro e con i soldi del primo stipendio acquista la sua prima macchina fotografica. Negli ultimi anni ha vissuto tra Roma e Firenze, circondata da meraviglie note in tutto il mondo. Da sempre amante del mondo della fotografia, da semplice spettatrice comincia a cimentarsi con i soggetti che più la affascinano, i cimiteri.

1 Comment on Cimitero di Amandola – Fermo – Italia

  • Fred says:
    9 Febbraio 2015 at 21:58

    Ciao Stefania, ho una domanda per te e mi farebbe davvero piacere se rispondessi.
    Allora, aspetta, prima di tutto, complimenti per le foto, sono fantastiche e mi hanno lasciata senza fiato. Sono di quel paese e visito quel cimitero circa due/tre volte l’anno ma non avevo mai notato, ad esempio, la statua che sembra essere in movimento, sembra quasi intenta a camminare (che hai catturato ben due volte sullo sfondo e una volta con un suo primo piano). MI hai fatto vedere il cimitero sotto un altro punto di vista, ovviamente positivo. ahah
    Passiamo al dunque, la mia domanda è: come mai proprio Amandola? Come hai scoperto questo piccolo cimitero di una cittadina sconosciuta anche a degli abitanti delle stesse Marche?

    Spero che tu mi risponda, sono davvero curiosa.
    Ciao e buona serata!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Fields marked with * are required

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.